Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi. Se continui a navigare, accetterai l'uso di tali cookies.

Le operazioni di verifica periodica delle condizioni di sicurezza delle apparecchiature costituiscono un adempimento fondamentale per la tutela della Sicurezza sul Lavoro degli Operatori Sanitari e dei Pazienti e senza dubbio sono una misura di prevenzione del rischio elettrico.

Per il pieno rispetto delle modalità di esecuzione e delle periodicità previste dalla normativa tecnica e giuridica vigente, l’attività di verifica di sicurezza elettrica, viene svolta dalla CICO secondo specifici protocolli di controllo e misura dedotti dalla scrupolosa osservazione della IEC 62353 “Apparecchi elettromedicali – Verifiche periodiche e prove da effettuare dopo interventi di riparazione degli apparecchi elettromedicali”.

Particolare attenzione sarà posta anche alla norma generale per le apparecchiature elettromedicali CEI EN 60601-1 (CEI 62-5), alle norme CEI particolari (CT-29,CT-62,CT-76,CT-87), all’applicazione delle norme per apparecchiature da laboratorio generale CEI 66-5 e particolari (CT-66), UNI, EN, ISO applicabili e altre norme armonizzate.

Le norme CEI prevedono, per alcune tipologie di apparecchiature, l’esecuzione di prove particolari di sicurezza che, all’atto dell’esecuzione della verifica di sicurezza, hanno la priorità sulle norme IEC 62353, CEI 62-5, CEI 66-5. In queste norme tecniche sono previsti anche dei controlli sulla qualità di erogazione e misura della strumentazione in esame.

Per sistema elettromedicale si intende, secondo la definizione della norma EN 62353 -Class. CEI 62-148, “una combinazione, specificata dal suo fabbricante, di più apparecchi, almeno uno dei quali deve essere un apparecchio elettromedicale ed interconnessi mediante una connessione funzionale o mediante una presa multipla. Un sistema elettromedicale include gli accessori definiti dal fabbricante come necessari per permettere il normale utilizzo del sistema EM”.

Alla luce di queste considerazioni il personale tecnico della CICO fornirà le competenze necessarie per riconoscere situazioni particolari e garantire la massima sicurezza di utilizzo dei sistemi elettromedicali così come previsto dalla direttiva 93/42 CEE la quale impone il rispetto di alcune condizioni necessarie da rispettare.

Le verifiche di sicurezza elettrica generali e particolari sono tipicamente un’attività programmata, per la quale si predispone un calendario degli interventi in base alle apparecchiature presenti, alle esigenze del reparto e ai protocolli di verifica per ciascuna tipologia di apparecchiatura.

L’esecuzione dell’attività di verifica di sicurezza elettrica verrà gestita a livello informatizzato dal software di gestione, il calendario programmato verrà caricato sul software e reso visibile agli utenti dotati dei permessi necessari.

Soluzioni integrate CICO




Centrifugare senza
interruzione

apparecchi-elettromedicali

La migliore soluzione
per la terapia inalatoria



Soluzioni innovative
per la sala operatoria